Tag Archives: consiglio comunale

VOTAZIONE VARIAZIONI DI BILANCIO E INTERROGAZIONI A CINQUE STELLE!

PRIMA ALCUNE PRECISAZIONI.

Nell’articolo sullo svolgimento dei lavori dell’ultimo consiglio comunale del 10 maggio scorso (apparso venerdì 12 maggio su Settegiorni) sono state riportate impropriamente alcune informazioni relative alle votazioni sulle variazioni al bilancio 2017-2019. In particolare Settegiorni comunicava che “la votazione sulla variazione al bilancio di previsione 2017-2019 adottata in via d’urgenza è stata di 13 voti favorevoli e 2 astenuti (i consiglieri Meregalli e Bassi).” Quindi concludeva con un intervento dell’assessore Stringaro che affermava che «Le variazioni sono volte adeguare il bilancio di previsione alle esigenze sorte in sede di gestione ordinaria, prima fra tutte le variazioni collegate al piano delle assunzioni». È bene precisare che le variazioni d’urgenza e quelle ordinarie sono state trattate in due punti separati dell’ordine del giorno del consiglio comunale e che per questi due punti la votazione è stata di assolutamente differente.

Per completezza di informazione ci preme segnalare che al punto 6 dell’odg relativo alle “VARIAZIONI AL BILANCIO DI PREVISIONE 2017-2019” IL M5S DI SETTIMO MILANESE HA VOTATO CONTRO, così come avvenuto il 9 febbraio in occasione dell’approvazione del BILANCIO DI PREVISIONE E DEL DOCUMENTO PROGRAMMATICO.
In questo punto all’ordine del giorno si trattava del piano di assunzioni, dell’attivazione di 7 doti comuni, di spese informatiche relative al noleggio delle stampanti e di altre importanti variazioni di spesa (come il piano di assunzioni menzionato dell’assessore Stringaro a fine articolo).

Segnaliamo pertanto a Settegiorni che la votazione favorevole del M5S è avvenuta UNICAMENTE al punto 5 delle variazioni di bilancio e cioè in merito alla ratifica della variazione in merito al prelievo d’urgenza dei fondi per disporre le operazioni del REFERENDUM (come da DPR del 15 marzo 2017). Operazione che si rende necessaria negli enti locali ad ogni tornata elettorale.

Probabilmente si tratta di una svista e non è il caso di fare processi sulla necessità di informare correttamente verificando le fonti (che, grazie all’attivismo di alcuni cittadini si traducono anche nella possibilità di vedere i consigli comunali comodamente in streaming), ma va comunque detto che il M5S non ha mai condiviso in questi tre anni di amministrazione le scelte messe a bilancio.

QUINDI L’ALTRA META’ DEL CONSIGLIO COMUNALE

Approfittiamo dell’occasione per raccontare “l’ordine del giorno ricchissimo”: si è votato infatti per il regolamento degli orti comunali (in cui sono state recepite le osservazioni fatte in commissione dal M5S); si è deliberato sull’organizzazione di un nuovo servizio di “scuola civica musica” e sull’approvazione di una bozza di accordo per valorizzare la cappella Mantegazza (fra 6 mesi di proprietà del Comune che dovrà davvero pensare a progetti per valorizzarla, oltre a mettere in bilancio 135.000 nei prossimi 5 anni per sistemarla).

La serata si è conclusa con la discussione di temi altrettanto importanti e molto cari al MoVimento: i trasporti locali e la mobilità sostenibile. Abbiamo votato favorevolmente alla mozione del PD per scongiurare i tagli regionali di 2,8 milioni, una mozione che intendeva “pungolare” il governo centrale (targato PD, va ricordato) affinché fossero “assegnate le risorse per lo svolgimento dei servizi di trasporto”. Una mozione che, caso strano, arriva proprio in un consiglio che tratta anche le risposte a varie interrogazioni sul tema dei trasporti avanzate dal M5S.

LE NOSTRE INTERROGAZIONI SUL TEMA DEI TRASPORTI.

Il consiglio comunale si è concluso con la risposta a 6 interrogazioni presentate dal M5S, 2 sulla viabilità e i controlli della polizia locale e ben 4 sul tema della mobilità sostenibile, sullo sviluppo delle politiche sui trasporti pubblici locali e sulla famosa sperimentazione che (tristemente) è terminata a marzo, riportando i TPL, di fatto, nel passato: ad oggi dopo le 19.30 da Settimo non si può più arrivare a Milano (verso Bisceglie con la linea 433 e in direzione metropolitana San Siro, con la linea 423). Una gran brutta visione complessiva di mobilità sostenibile.

Non ci sono piaciute le risposte dell’amministrazione PD che riteniamo davvero inadeguate sul tema dello sviluppo dei trasporti locali (TPL). Particolarmente infelice la frase: “Amministrare significa trovare la miglior soluzione per il maggior numero dei cittadini”. Tutti i cittadini hanno un’auto, tutti vorrebbero parcheggiare sotto casa: ampliamo i parcheggi?

Il TPL non potrà mai essere pienamente efficiente se nel territorio non si faranno operazioni educative (incontri informativi, pedonalizzazioni di alcune aree, incentivi per chi lascia a casa la macchina e si muove con biciclette e bus) e non si farà capire al cittadino che il TPL è anche intermodalità tra cammino, bicicletta, car sharing, bus, metro e treno. Ma se non lo capisce l’amministrazione, come si può pretendere che il messaggio venga spinto anche verso i cittadini più lontani da questa mentalità? Amministrare significa anche OSARE.

Cambio consigliere: da Salvatore Procopio a Luigi Gargano.

Martedì 20 settembre all’interno del Movimento 5 Stelle di Settimo c’è stato un nuovo turn over. Salvatore Procopio ha lasciato il suo posto a Luigi Gargano. La scelta rappresenta un nuovo passo dettato dalla volontà di consentire a tanti di noi di fare esperienza diretta in Consiglio. Salvatore da domani continuerà a lavorare nel gruppo come attivista e supporterà i consiglieri nel loro compiti.
Il Movimento dà il benvenuto a Luigi e ringrazia Salvatore per la sua energia e il suo apporto nei lavori consigliari. Siamo sicuri, come sempre, che cambiando l’ordine degli addendi la somma non muterà e che il gruppo avrà sempre un ruolo decisivo in questa avventura.

400.000 EURO BUTTATI NEL CES…TINO!

Cosa è successo

Durante il Consiglio comunale di mercoledì 6 maggio l’Assessore al Bilancio ha presentato il Rendiconto del 2014. Da questo risulta un avanzo di circa 400.000 euro rispetto alle previsioni di settembre.

Cosa significa

Creare avanzo significa non spendere dei soldi incassati dai cittadini con le imposte e le tasse e lasciarli nelle casse dello Stato. Quegli stessi 400.000 euro non è possibile usarli in futuro. Sono persi, bruciati, spariti. Il comune ha tassato i cittadini e poi non ha speso i soldi incassati. Ciò è gravissimo.

Cosa si poteva fare

Se l’Amministrazione fosse stata adeguata al suo ruolo:

  • non avrebbe sbagliato così clamorosamente le previsioni.
  • avrebbe monitorato meglio i conti e ascoltato chi li aveva avvisati (M5S)
  • avrebbe messo in atto tutte le strategie che consentono verso fine anno di “mettere una toppa” giusta agli errori di previsione per avere un avanzo molto più basso.

In realtà la toppa è stata peggio del buco e i 400.000 sono spariti!

Come potevano essere utilizzati quei soldi

  • Avendo quella cifra a disposizione si poteva ridurre di un quarto la Tasi (dal 3 al 2,3 per mille);
  • Con 400.000 euro tutti bimbi di Settimo sarebbero potuti andare al nido gratis!
  • Si poteva diminuire del 25% l’addizionale irpef comunale che tanto pesa sulle buste paga;
  • Si potevano aumentare notevolmente le corse della 423 e della 433;
  • Si potevano riparare le strade nelle frazioni che sono disastrose in alcuni punti.

E ora?

Quali giustificazioni stavolta? Concordiamo col fatto che tenere i conti in ordine sia difficile. Le colpe ricadono anche sul Governo Renzi che taglia e comunica male. Ma sentirsi dire in Consiglio Comunale che si sono buttati via 400.00 euro dei cittadini perché è stato un inverno caldo no. Basta prendere in giro i cittadini. Dovete semplicemente ammettere gli errori gravi e trarne le conseguenze.

Un’amministrazione inadeguata

Durante il Consiglio Comunale questo gravissimo errore è stato giustificato di nuovo con mille scuse. Il caldo, l’IVA, la scusa di essere nuovi, di non aver mai fatto l’Assessore.

E la responsabilità POLITICA della Giunta? Da dove arriva tutta questa arroganza? Dov’è la presa di coscienza davanti ad una pessima gestione della cosa pubblica? Adesso, siamo certi che, come nel recente passato, scaricheranno la colpa sugli uffici, sulla burocrazia.

Non ci sono più attenuanti. Non ce ne sono nei tempi di vacche grasse, meno ancora in questi tempi difficili. Ma stiamo scherzando?! Ciò che rimane di tutta questa storia è che il lavoro fatto è assolutamente inadeguato. Chi amministra Settimo ha buttato nel ces…tino 400.000! Soldi che non sono piovuti dal cielo, ma sottratti dalle tasche dei cittadini con TASI, ADDIZIONALE IRPEF, IMU.

FONTI:

Le riprese video del C.C. del 6/5/2015 (con la discussione dei primi tre punti dell’ordine del giorno). Per chi volesse arrivare al focus della questione qui analizzata, può andare direttamente 1h e 20”; qui l’Assessore al Bilancio Patrizia Stringaro spiega il pasticcio amministrativo contabile denominato “Esame ed approvazione relazione patrimoniale e rendiconto di gestione dell’esercizio 2014”. Buona visione!

 

Consiglio comunale del 6 maggio 2015

Mercoledì 6 maggio 2015 alle  ore  19.45 nell’aula consiliare del Municipio è convocato il Consiglio Comunale

 

Ordine del giorno:

 

  1. Lettura e approvazione verbali  sedute consiliari del 12/03/2015 e del 30/03/2015;
  2. Atto d’indirizzo in merito al trasferimento porzione proprietà di rete per la distribuzione del gas naturale in capo alla società pubblica Nuovenergie Distribuzione s.r.l. in vista delle prossime gare d’ambito ai sensi dell’art. 46-bis del Decreto-legge 1 ottobre 2007, n. 159, convertito in Legge, con modificazioni, dalla Legge 29 novembre 2007, n. 222 e dell’art. 24 del D.lgs n. 93 del 2011;
  3. Esame ed approvazione relazione patrimoniale e rendiconto di gestione dell’esercizio 2014;
  4. Presa d’atto Piano operativo di razionalizzazione delle Società Partecipate e delle partecipazioni societarie (art. 1, c.612, Legge 190/2014);
  5. Approvazione del Regolamento del Volontariato Civico Comunale;
  6. Mozione avente per oggetto “Genocidio Armeni”;
  7. Mozione avente per oggetto “Divieto di indossare il burqa o niqab o altre forme simili di vestiario, che coprono integralmente il viso delle persone”;
  8. Mozione avente per oggetto “Manifestazione del 25 aprile 2015”;
  9. Mozione avente per oggetto “Intitolazione piazzale Gamba de Legn al Cav. Delfino Borroni”;
  10. Risposta ad interrogazioni presentate al Consiglio Comunale.

Consiglio Comunale del 12 marzo 2015

 

Ordine del giorno del 12 marzo 2015

  1. Lettura e approvazione verbali  seduta consiliare del 25/02/2015;
  2. Esame ed approvazione modifiche al “Regolamento Generale accesso ai Servizi Scolastici”;
  3. Esame ed approvazione modifiche al “Regolamento del sistema asili nido comunali”;
  4. Approvazione dei criteri generali generali per la disciplina delle tariffe per la fruizione dei servizi comunali di pre e post scuola e di prolungamento orario della scuola dell’infanzia;
  5. Mozione avente per oggetto “Bilancio partecipativo”;
  6. Mozione avente per oggetto “Istituzione del Registro Unioni Civili con riconoscimento e garanzie a livello comunale per le famiglie di fatto”;
  7. Risposta ad interrogazioni e ad interpellanza presentate al Consiglio Comunale.

 

—-> Dalle 19.45 del 12 marzo guarda la seduta in diretta streaming

Consiglio comunale del 29 gennaio 2015.

Ordine del giorno del 29 gennaio 2015:

  1. Dimissioni del Consigliere Comunale Massimo Sacchi dalla carica di Consigliere comunale e di Presidente del Consiglio Comunale: surrogazione carica di Consigliere Comunale e nomina Presidente del Consiglio Comunale
  2. Lettura e approvazione verbali  sedute consiliari del 28/11/2014 e del 19/12/2014
  3. Surrogazione del Consigliere Comunale nominato Presidente del Consiglio Comunale all’interno delle Commissioni consiliari, se presente
  4. Presa d’atto Piano programma annuale 2015 – Azienda speciale dei Comuni del Rhodense per i servizi alla persona (SER.CO.P.)
  5. Comunicazione deliberazione della Giunta Comunale n. 225 del 23/12/2014 avente per oggetto “Prelevamento dal fondo di riserva dell’esercizio in corso”
  6. Approvazione convenzione tra i Comuni di Settimo Milanese e Cornaredo per l’esercizio associato delle funzioni dell’ufficio di segretario generale
  7. Risposta ad interrogazioni presentate al Consiglio Comunale
  8. Mozione avente per oggetto “Celebrazioni 10 febbraio, in memoria della tragedia degli italiani sul confine orientale nel secondo dopoguerra e di tutte le vittime delle foibe e dell’esodo”.

Resoconto Consiglio comunale del 30 ottobre 2014.

Sono tanti i temi del Movimento 5 stelle di Settimo Milanese sollevati durante l’ultimo Consiglio Comunale del 30 ottobre che non hanno avuto risposte soddisfacenti: dal Piano di Diritto allo Studio (PDS), alle voci di variazioni di Bilancio, fino ai pagamenti extra-soglia per le utenze della Tassa rifiuti.

Ci soffermiamo su temi concreti segnalando in particolare:

  • la mancanza di trasparenza e i valori elevati degli stipendi ai dirigenti di Settimo Pero Wellfood e collaboratori Sercop;
  • l’aumento delle tasse per i cittadini e tagli generali sui servizi ai cittadini per ricavare tra le altre cose un’altra consulenza di 7000 euro a favore dell’Assessorato allo sviluppo del territorio.

Sempre durante il Consiglio comunale, i 5 stelle hanno inoltre replicato alle risposte date alle loro interrogazioni:

  • sull’interrogazione progetto edilizio nell’area ex-Ferretti, Matteo Colombo ha detto che a domande precise risposte vaghe, l’unica certezza è che i cittadini non sono informati e che l’Assessore ha chiesto una consulenza da 7.000 euro su questo progetto;
  • sull’interrogazione sulla TASI le risposte non sono parse soddisfacenti riguardo alla scelta di non usare l’ISEE per rendere il tributo più equo e i bollettini precompilati mai spediti ai cittadini. Salvatore Procopio ha ribadito che il Comune con le previsione esagerate di entrate di oneri ha messo e sta mettendo in serio pericolo il bilancio comunale. Si rischia di non rispettare il patto di stabilità per la prima volta nella storia del nostro comune!
  • sulla gestione della sicurezza nelle scuole il consigliere Marta Fusari ha fatto notare la “strana” coincidenza tra la presentazione dell’interrogazione e il successivo (a pochissimi giorni di distanza) controllo degli estintori, scaduto da 6 mesi.

Basta con le giustificazioni sull’essere nuova Giunta, salvo poi insistere sulla continuità con le scelte precedenti: per il Movimento 5 stelle il controllo da parte dell’Amministrazione e la tutela dei cittadini vanno messi davanti a tutto.