Tag Archives: M5S

LO SVILUPPO DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE CHE NON C’È

ATM-0

Sperimentare è giusto, ma poi bisogna raccogliere dati concreti e decidere: è questo che fa un buon amministratore e se la politica è “governare i processi”, allora è necessario tenere in considerazione lo scenario prima e dopo Expo che ha interessato il nostro territorio e governare per trovare le soluzioni più adatte per la comunità. Non è sufficiente lamentarsi dal punto di vista economico giustificando tale spesa come un costo procapite di 10 euro, (60.000 Euro) mentre si spendono 2,1 milioni di euro per asfaltare le strade di Settimo, o quasi 20.000 euro per stampare un opuscolo del bilancio di metà mandato. Non è sufficiente dire a quasi tre anni dall’inizio del mandato che si stanno “valutando con Milano altre possibili strade”.  Servono soluzioni già attuative che devono tradursi in un impegno di spesa. La sperimentazione non poteva portare un numero di passeggeri adeguato a giustificare le corse serali perché il servizio terminava alle ore 21:00. I cittadini utilizzano le corse di andata solo se sono sicuri di poter ritornare con lo stesso mezzo. Pensiamo ad esempio a chi vuole andare ad assistere ad un evento serale o a chi lavora fino a tarda ora. Tutte queste persone non utilizzeranno il servizio pubblico nemmeno all’andata se non sarà possibile utilizzarlo al ritorno dopo le ore 21:00. Per questo è importante non ridurre il servizio della 423 ma al contrario estenderlo oltre. Oppure servono soluzioni semplici ma importanti, come anticipare o posticipare di 5 minuti le corse del sabato per venire incontro agli studenti che è quanto abbiamo portato avanti con una petizione e che dal 11 marzo verranno modificate.

 

Ecco perché il Movimento 5 Stelle esprime la propria contrarietà in merito alla decisione presa dalla Giunta comunale di sospendere la sperimentazione procedendo con l’eliminazione delle corse serali e festive per la linea 423; eliminazione che avverrà dal 6 marzo 2017.

Secondo noi questa sperimentazione (di cui avevamo già parlato a febbraio dello scorso anno) andava confermata anziché eliminata; soprattutto per quanto riguarda le corse festive. La tendenza deve essere verso l’incentivazione di un tipo di vita e mobilità più sostenibile; con questa risoluzione si procede in senso diametralmente opposto.

Questa decisione è stata presa su dati non solidi e datati. I rilievi di carico di queste corse, in possesso del Comune risalgono a fine 2015, ovvero a due mesi dalla fine di Expo e dall’avvio di questa sperimentazione.

Quali sono i dati che hanno portato a questa scelta al di là del chiaro intento di non incidere nelle tasche dei cittadini (cosa che invece non mancano di fare su altre spese molto meno urgenti)?

 

Non sono stati effettuati nuovi rilievi di carico nel 2016. E quando si parla di rilievi tramite timbrature si fa riferimento a dati non solidi, perché come bene sa chi utilizza abitualmente la linea:

 

  1. Le obliteratrici la maggior parte delle volte non sono funzionanti;
  2. Anche quando le obliteratrici sono funzionanti, la maggior parte degli utenti possiede un abbonamento e non lo vidima;

 

Per questo motivo i dati rilevati non possono essere attendibili. In sostanza abbiamo avuto una sperimentazione che è durata 16 mesi, ma la decisione di sospenderla si basa su 2 mesi di osservazione soltanto. E ora a che punto siamo?

Siamo a un punto morto e questo è grave perché, come dice un cittadino che ha commentato in questi giorni questa pessima scelta: “Il trasporto pubblico locale influisce sulla qualità della vita delle persone, sull’ambiente e sulle attività lavorative della zona. Organizzare un trasporto locale scadente equivale a impoverire il paese.”

Benvenuti nel Comune dove lo sviluppo dei trasporti pubblici non c’è.

UNA BATTAGLIA VINTA: LA CREAZIONE DEL FONDO AMIANTO

Asbest - asbestos 05

Nell’ultimo Consiglio Comunale del 9 febbraio si è discusso dell’approvazione del DUP (Documento Unico di Programmazione) per il triennio 2017-2019. In questo documento, unitamente al Bilancio di previsione, l’amministrazione indica ogni anno le linee operative che intende seguire per conseguire la strategia del proprio programma elettorale. Le forze di opposizione durante la discussione possono avanzare proposte attraverso emendamenti al fine di garantire la copertura finanziaria su temi che ritengono rilevanti per la comunità. Gli emendamenti sono quindi gli strumenti politici consoni alle variazioni di stanziamento delle risorse nel bilancio di previsione. L’approvazione del DUP e la discussione degli emendamenti sono un’occasione politica per un confronto sui temi di interesse delle varie forze politiche.

In tale circostanza il M5S, da sempre attento alle politiche ambientali, ha chiesto alla maggioranza di considerare come emendamento la creazione di un fondo sull’amianto per risanamento del territorio con un contributo iniziale di 5000 euro.

Questo emendamento consiste nell’inserire fra gli “Interventi di educazione ambientale e Agenda 21”, alla voce “Sensibilizzare promuovere l’attenzione nei confronti dell’amianto e relativa bonifica”, l’istituzione “di un fondo comunale per lo smaltimento amianto da parte di privati, facendosi promotore e/o garante per le aziende che volessero usufruire dell’accesso alle risorse ai fini dello smaltimento dell’amianto”. E lo abbiamo fatto per il secondo anno consecutivo.

Infatti lo scorso anno questa proposta c’era stata bocciata perché ritenuta tecnicamente non valida. Quest’anno abbiamo ripresentato l’emendamento, rimotivando politicamente la richiesta di porre attenzione a questo tema. Siamo soddisfatti del confronto politico che ha portato all’accettazione dell’emendamento e alla creazione di questo fondo. Nei prossimi mesi verrà quindi presentato un regolamento per stabilire i criteri per l’erogazione dei contributi per l’eliminazione delle coperture in cemento-amianto per gli edifici residenziali.

Per ora si tratta una piccola battaglia pentastellata vinta, un risultato importante che vogliamo condividere con i cittadini.

Petizione modifica orari del sabato per la linea BUS 423 Settimo Milanese – San Siro Stadio Milano

PETIZIONE-423-slider

Ciao,

abbiamo appena lanciato la petizione “Comune di Settimo Milanese, ATM, Comune di Milano: Modifica orari del sabato per la linea BUS 423 Settimo Milanese – San Siro Stadio Milano”.
Sostienici anche tu apponendo la tua firma!

L’obiettivo è raggiungere 100 firme e ho bisogno di maggiore sostegno. Puoi saperne di più e firmare la petizione qui:

Grazie!

Petizioni – Settimo Milanese 5 Stelle

RIFORMA COSTITUZIONALE – LE RAGIONI DEL NO

volantino-serata-30-novembre-a5-def

Il 4 dicembre è ormai alle porte e noi, come Movimento 5 Stelle, ma ancor prima come cittadini, abbiamo deciso di organizzare una serata per spiegare le ragioni alla base del NO.
L’evento, che si terrà mercoledì 30 novembre alle ore 21.00 presso l’aula consiliare di Settimo Milanese (Piazza degli Eroi 5), sarà volto a comprendere a fondo questa riforma costituzionale, quali sono le sue origini (consapevoli o meno) e le possibili conseguenze. Alla serata parteciperanno, oltre ai consiglieri comunali e agli attivisti del gruppo M5S di Settimo Milanese, anche tre importanti relatori: Aldo Giannuli (saggista e storico), Mario Giambelli (avvocato) e Daniele Pesco (deputato M5S).
Consapevoli del ruolo centrale e della forma grottesca che, troppo spesso, il dibattito sulla riforma costituzionale ha assunto sui media nazionali, abbiamo deciso ancora una volta di optare per una comunicazione a misura di cittadino, dove sia la verità a trionfare, non le esigenze individualistiche.
Il 4 dicembre saremo chiamati a decidere del futuro del nostro Paese, in un momento cruciale, in cui sfiducia e disinteresse sembrano aver preso il sopravvento. Dobbiamo ritornare ad essere cittadini consapevoli di quelli che sono i valori costituzionali e decidere di difenderli, in nome della libertà e della giustizia. Non esiste democrazia senza un popolo che vi partecipi.

Il bilancio dei primi 6 mesi da portavoce.

cittadini-in-movimento

M5S SETTIMO MILANESE

GIUDICATE VOI…

Qual è stato l’impegno del Movimento 5 stelle di Settimo Milanese in questi mesi?

Per cosa ci siamo spesi?

Abbiamo distrutto e solo criticato l’operato degli altri?

O abbiamo cercato di fare proposte concrete a favore della cittadinanza?

6 MESI 6 AZIONI

  1. GIUDIZIO SUI PORTAVOCE Sono passati sei mesi da quando il Movimento 5 Stelle è rappresentato all’interno del comune di Settimo Milanese. Abbiamo tre Consiglieri: Salvatore Procopio, Marta Fusari e Matteo Colombo. Nella riunione del 10 dicembre 2014 hanno “rimesso il mandato” nelle mani degli attivisti, che hanno giudicato positivamente il loro operato: sono stati riconfermati.
  2. PRESENZA DEI CONSIGLIERI i nostri tre Consiglieri sono al 100% di presenza a tutti i Consigli Comunali e in tutte le Commissioni: siamo l’unico gruppo a poter vantare questo primato.
  3. PRESENZA DEI NON ELETTI Abbiamo attivisti e simpatizzanti che collaborano con i Consiglieri: qualcuno di noi è sempre stato presente sia ai Consigli che alle Commissioni. Significa che anche i non eletti sono fedeli all’impegno assunto con chi li ha votati
  4. PRESENZA SUL TERRITORIO continuiamo a incontrarci il martedì sera in un bar (Seven Bar): un luogo pubblico al quale tutti possono accedere per esprimere la propria opinione, fare segnalazioni e portare il proprio contributo.
  5. GOVERNO DI MINORANZA con le attuali leggi gli strumenti di azione sono limitati, ma li abbiamo sfruttati al massimo: emendamenti al Bilancio, proposte di delibera e mozioni (proposte di modifiche al bilancio in favore delle fasce deboli e di progetti utili alla comunità, di rinuncia al gettone di presenza dei Consiglieri, di assegnazioni degli orti comunali ai disoccupati, di raccolta differenziata sul territorio). E ancora interrogazioni su temi importanti per la cittadinanza (domande su TASI, progetto Interconnector di Terna, area ex-Ferretti, sicurezza, ispezione negli uffici comunali, clima e sicurezza nelle scuole, mezzi pubblici nelle fasce serali, manutenzione biblioteca, etc.) per coerenza con il nostro programma elettorale.
  6. COMUNICAZIONE abbiamo una pagina Facebook, un sito internet (settimomilanese5stelle.it) nel quale pubblichiamo costantemente articoli e relazioni sulla realtà di Settimo, periodicamente stampiamo un giornalino affinché tutti possano essere aggiornati sulle nostre attività.

 

FATTI…NON SOLO PAROLE: orgogliosi di esserci, a servizio dei cittadini!