Tag Archives: trasparenza

Quando la campagna elettorale inizia, la verità –spesso– si sottrae.

22Un politico pensa alle prossime elezioni:
un uomo di stato alle prossime generazioni

(J.F. Clarke)

Abbiamo appreso leggendo il comunicato dell’11 aprile pubblicato su Settegiorni di una fantomatica “rivoluzione nel sistema dei TPL” che giungerà nel nostro comune di Settimo Milanese. Abbiamo letto di questa “rivoluzione” resa possibile grazie all’impegno profuso della lista “Insieme a Sinistra” (viene da domandarsi “Chi?”) che ha sostenuto il Sindaco uscente (Sara Santagostino) nel 2014 e il suo programma sulla mobilità e i trasporti. Va detto che il nuovo sistema tariffario è stato reso possibile dall’Agenzia di bacino di Milano, Monza-Brianza, Lodi e Pavia che ha rimodulato la mappatura del territorio metropolitano (che sarà organizzato per corone) rivedendo anche i costi per gli abbonamenti annuali e mensili per tutti i Comuni interessati dall’agenzia di bacino. Punto. A onor del vero poi, come consiglieri di opposizione del M5S, ci sembra giusto precisare che di questa rivoluzione nei TPL non ce ne siamo mai resi conto in questi 5 anni. Ci siamo invece accorti delle criticità mai risolte sul tema della mobilità e dei trasporti e di come siano state gestite… A Settimo si può parlare –eventualmente– di altri obiettivi raggiunti, ma certamente non di una situazione felice nei trasporti. Anzi! Gli obiettivi sulla mobilità risultano decisamente scentrati e a parlare sono i numeri del bilancio di fine mandato 2014-2019 arrivato nelle case di tutti i cittadini.  A pag. 25 si legge chiaramente che gli obiettivi raggiunti si stanziano solo al 53% nello Sviluppo economico e urbano… ecco i risultati del programma del 2014 “dal dichiarato, al praticato”.
Inutile dire che i cittadini di Settimo sanno benissimo l’esito di alcune disastrose operazioni: la sperimentazione per prolungamento degli orari dei trasporti serali  e festivi (linea 423) è stata bruscamente interrotta dopo una gestione fallimentare e poco monitorata del servizio. Stessa sorte per Enjoy che ha terminato il suo servizio nel nostro territorio.  Certo, si sono messe in sicurezza e prolungate le piste ciclabili, ma questo non può bastare per un comune che è a pochi chilometri da Milano e vergognosamente scollegato la sera e nei giorni festivi. E il problema non può essere sempre la visione milanocentrica dei trasporti che ha il Comune di Milano. Ricordo una bella intervista apparsa su un periodico locale in cui a un amico si domandava: “Qual è la situazione de mezzi pubblici a Settimo?” Risposta: “Se hai la macchina sei sempre collegato a Settimo”, altrimenti pedala.

Non c’è dubbio quindi, che quando si leggono comunicati fantasiosi come questi si possa tranquillamente affermare che in campagna elettorale è tutto concesso perché si pensa solo alle prossime elezioni e non al bene comune delle collettività per le prossime generazioni.

Come M5s non parteciperemo alla prossima campagna elettorale per motivi che abbiamo già spiegato sul giornale comunale e che presto ribadiremo anche su questo giornale. Resteremo comunque vigili adempiendo a un ruolo di sentinelle dell’informazione e del bene comune.

A testimonianza di quanto fatto rimarrà attivo anche il  nostro sito www.settimomilanese5stelle.it

Speriamo che nel 2024, la mancanza di cinque anni del M5 stelle, spinga gli attivisti a candidarsi!

A riveder le stelle…

I Consiglieri M5S Settimo Milanese

 

Cambio di Consiglieri comunali: da Matteo Colombo a Omar Madè.

Perseguiamo gli obbiettivi stabiliti al momento delle elezioni: un nuovo stile di fare politica, attraverso persone che mettono a disposizione il proprio tempo e le proprie competenze: studiano e non sono “attaccati alla poltrona”. Solo così si può uscire da quel torpore che allontana sempre più la gente dalla politica perché “tanto rubano tutti” e poi “decidono sempre loro”.

Questo stile si traduce anche nella “rotazione dei ruoli”. Presto il consigliere Matteo Colombo lascerà il posto in Consiglio ad un altro attivista, in questo modo terremo fede alle parole già espresse: “Altre rotazioni nel ruolo di Consigliere sono in programma in futuro, per consentire ai candidati di fare esperienza e mettersi al servizio della comunità”. Il suo impegno rimarrà forte sul territorio. Noi vogliamo che la cittadinanza si riavvicini alla gestione della cosa pubblica utilizzando tutte le forme di partecipazione, vogliamo che si costruiscano reti di relazioni basate su esperienze, riflessioni, punti di vista; affinché tutti si interessino al bene comune, alla giustizia e alla legalità.